Pianificazione venatoria

L'attività di pianificazione venatoria sul territorio provinciale interessa tre soggetti differenti:

  • la Regione Piemonte cui è affidata l'approvazione del Calendario Venatorio regionale, in cui sono indicate le specie cacciabili, i periodi di caccia, le giornate di caccia, il carniere annuale e giornaliero nonché gli orari in cui è consentito l'esercizio venatorio;
  • la Provincia di Cuneo, cui è affidata la redazione del Piano Faunistico Venatorio, della durata di cinque anni, in cui è stabilita la destinazione ai fini venatori del territorio agro silvo pastorale con particolare riferimento alle zone in cui l'esercizio venatorio è vietato (Oasi di Protezione e Zone di Ripopolamento e Cattura), alle zone ed i periodi di addestramento dei cani da caccia, ai centri di produzione di fauna selvatica, ai fondi chiusi alla caccia. Al loro interno sono stabiliti i criteri per la determinazione del risarcimento in favore dei conduttori dei fondi rustici per i danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole ed i criteri della corresponsione degli incentivi in favore dei proprietari o conduttori dei fondi rustici che si impegnino alla tutela ed al ripristino degli habitat naturali e all'incremento della fauna selvatica.
  • gli Ambiti Territoriali di Caccia ed i Comprensori Alpini cui è delegata, sotto controllo della regione e della provincia, l'organizzazione e la regolamentazione locale dell'attività venatoria.

L'insieme delle azioni dei diversi soggetti realizzano le finalità di tutela e gestione della fauna selvatica previste dalla Legge 157/92 e dalla legge regionale 19 giugno 2018 n. 5. 

Settore: 
Presidio del territorio
Ufficio: 
Caccia pesca parchi e foreste
Dirigente o Funzionario responsabile: 
Risso Alessandro
Posizione Organizzativa / Alta Professionalità: 
Sereno Mariano
Referente/i: 
Sereno Mariano
Telefono: 
0171 445 477
Ubicazione ufficio: 
Cuneo - Corso Nizza 21 - piano terra, stanza n. 28

Copyright © Provincia di Cuneo 1999 - 2019