Sistema di allertamento

Introduzione e livelli di allerta

Il disciplinare riguardante "Il Sistema di Allertamento e la risposta del sistema regionale di protezione civile"

descrive gli indirizzi e stabilisce le procedure e le modalità di allertamento del sistema regionale di protezione civile ai diversi livelli di governo del territorio.

Il Sistema di Allertamento svolge tre funzioni essenziali connesse tra loro:

  • la Previsione della situazione meteorologica, idrogeologica, idraulica e valanghiva attesa e la valutazione della criticità sul territorio, espressa in modo univoco in termini di allerta. La criticità è classificata in 4 livelli crescenti caratterizzati da un codice colore verde, giallo, arancione e rosso, che corrispondono ai colori dell’allerta; a ciascun codice colore, per le diverse tipologie di fenomeni oggetto della valutazione, sono associati diversi scenari di evento e potenziali effetti e danni sul territorio;
  • l’attivazione di Fasi Operative (attenzione, preallarme e allarme) dei piani di protezione civile finalizzate alla gestione degli eventi/emergenze di protezione civile;
  • la Comunicazione tra i soggetti istituzionali, non istituzionali e i cittadini, al fine di mettere in atto le azioni previste nei piani di emergenza di protezione civile e le corrette norme di comportamento finalizzate all’autoprotezione.

L’insieme di queste tre funzioni si sviluppa in due fasi temporali distinte e successive:

  • Fase Previsionale
  • Fase di Monitoraggio e Sorveglianza

Aree e sottoaree di allerta

La valutazione dell’allerta per rischio meteo-idrologico e idraulico viene effettuata su aree predefinite del territorio regionale costituite da aggregazioni di ambiti territoriali comunali e caratterizzati da risposta meteorologica e/o idrologica omogenea in occasione dell’insorgenza del rischio.

Il territorio della Provincia di Cuneo è suddiviso nelle seguenti aree di allerta: D, E, F, G, L, M. Per le valanghe sono definite le sottoaree Dv, Ev, Fv che rappresentano le porzioni delle rispettive zone D, E, F potenzialmente interessate da fenomeni valanghivi.

Prodotti del sistema di allertamento

I prodotti del sistema di allertamento comprendono:

  • Bollettino di Allerta contenente la previsione di criticità (classificata in 4 livelli crescenti caratterizzati da un codice colore verde, giallo, arancione e rosso) per le successive 36 ore effettuata a scala delle aree/sottoaree di allerta per i seguenti fenomeni: idraulico, geo-idrologico, geo-idrologico per temporali, nevicate, valanghe (emesso quotidianamente dal Centro Funzionale);
  • Bollettino di Vigilanza Meteorologica contenente l’informazione sui fenomeni meteorologici previsti (emesso quotidianamente dal Centro Funzionale);
  • Bollettino di previsione delle piene (emesso dal Centro Funzionale  tutti i giorni dal lunedì al venerdì; dal livello di allerta arancione per rischio geo-idrologico ed idraulico esso viene aggiornato anche il sabato e nei giorni festivi);
  • Bollettino di Monitoraggio (emesso dal Centro Funzionale dal livello di allerta arancione per rischio idrogeologico ed idraulico);
  • Bollettino di Sorveglianza (emesso dalla Sala Operativa Regionale di protezione civile dalla Fase operativa di Preallarme);
  • tabelle di aggiornamento dei livelli pluviometrici ed idrometrici.

Fasi operative

L’attivazione delle Fasi Operative definite dai Piani di protezione civile assicura la risposta per fronteggiare gli eventi e contrastare gli effetti negativi su un territorio attraverso l’attuazione, a seguito dell’allertamento, delle attività di protezione civile necessarie.

Le Fasi Operative sono:

  • Fase di ATTENZIONE (si attiva direttamente a seguito dell’emanazione del Livello di Allerta Gialla ovvero Arancione e, se ritenuto necessario, anche in presenza del Livello di Allerta Verde);
  • Fase di PREALLARME (si attiva a seguito dell’emanazione del Livello di Allerta Rossa, e, se ritenuto necessario, anche in presenza degli altri livelli di Allerta);
  • Fase di ALLARME (si attiva direttamente qualora l’evento si manifesti in maniera improvvisa ovvero in presenza di uno dei quattro livelli di allerta).

Le Fasi Operative sono disposte, dichiarate ed attivate dall’Autorità di protezione civile.

Comunicazione

Il Bollettino di Allerta è diramato, qualora sia presente almeno una Allerta Gialla, dalla Provincia di Cuneo a:

  • Comuni della Provincia di Cuneo;
  • Unioni e Unioni montane di Comuni presenti sul territorio provinciale, titolari della gestione in forma associata della funzione protezione civile, limitatamente a quelle che ne facciano richiesta;
  • strutture dello Stato presenti sul territorio provinciale e gestori dei servizi essenziali  (per conto della Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Cuneo).

Con riferimento alla comunicazione al pubblico le componenti del Sistema Regionale di protezione civile rendono disponibili, sui siti “web” istituzionali, messaggio di allerta, Fasi Operative attivate e dati di monitoraggio e sorveglianza.

Il Decreto Legislativo n.1 del 2 gennaio 2018 (Codice della Protezione civile) attribuisce al Sindaco la responsabilità dello svolgimento, a cura del Comune, dell’attività di informazione alla popolazione sugli scenari di rischio, sulla pianificazione di protezione civile e sulle situazioni di pericolo determinate dai rischi.

Settore: 
Protezione Civile
Ufficio: 
Protezione civile
Dirigente o Funzionario responsabile: 
Giamello Giuseppe
Riferimento normativo: 

DGR n. 59-7320 del 30 luglio 2018

Copyright © Provincia di Cuneo 1999 - 2019