Espropri opere private - Informazioni al promotore privato

La sezione è dedicata ai promotori privati che richiedono l'avvio della procedura espropriativa al fine di ottenere la disponibilità delle aree necessarie alle opere di pubblica utilità, per le quali richiedono l'autoirzzazione. Tra tali opere si annoverano gli elettrodotti, i metanodotti e gli impianti di produzione di energia elettrica a fonte rinnovabile dichiarati di pubblica utilità dall'art.12 del D.Lgs. 387/2003 art.12.

 Il ricorso alla procedura espropriativa, comporta un'istruttoria effettuata dall'Ufficio Espropri dell'Autorità espropriante, anche in fase di procedimento di autorizzazione, volta alla verifica dell'esistenza dei presupposti per l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità.

Per semplificare gli adempimenti in capo al proponente, si mettono a disposione alcuni documenti illustrativi e connessa modulistica circa le modalità di predisposizione della documentazione ai fini espropriativi, la procedura da seguire, gli adempimenti da espletare e alcune precisazioni tecniche sui vincoli ablativi.

In seguito al rilascio dell'autorizzazione  che dichiara la pubblica utilità e approva il piano particellare di esproprio, sarà avviata la procedura espropriativa ordinaria ai sensi dell'art.20 D.P.R. 327/2001 e s.m.i. o d'urgenza ai sensi dell'art.22 medesimo D.P.R. qualora ne ricorrano i presupposti, su precipua istanza del soggetto promotore/beneficiario.

 

Settore: 
Affari generali
Ufficio: 
Appalti e contratti
Dirigente o Funzionario responsabile: 
Freni Fabrizio
Referente/i: 
Olivero Nazzarena
Telefono: 
0171445827
Codice ufficio: 
CAE
Codice Servizio: 
espropr

Copyright © Provincia di Cuneo 1999 - 2019