Spese di istruttoria istanze di concessione di derivazione di acqua pubblica

Le spese di istruttoria sono previste e disciplinate dall’Allegato B “Spese di istruttoria” del Regolamento Regionale 29 luglio 2003, n. 10/R e s.m.i. (Disciplina dei procedimenti di concessione di derivazione di acqua pubblica - Legge regionale 29 dicembre 2000, n. 61); è infatti previsto che le spese di istruttoria e di pubblicazione degli atti siano a carico dell’istante, quale parziale ristoro dei complessivi oneri sostenuti dall’autorità concedente per l’esame e la valutazione delle istanze, nonché per l’adozione dei relativi provvedimenti.  Vengono, a tal riguardo, stabiliti i parametri per la definizione degli importi delle predette spese nonché definiti i limiti massimi delle stesse.

Con Decreto del Presidente della Provincia n. 16 del 24.02.2016 si è provveduto ad aggiornare gli importi di tali spese, recependo le modifiche introdotte al suddetto Allegato dal Regolamento Regionale 9 marzo 2015, n. 2/R .

Tenuto conto dei parametri per la definizione di tali spese nonché alla delimitazione degli importi massimi delle stesse, individuati nel citato Allegato B al novellato Regolamento Regionale 29 luglio 2003, n. 10/R, si riportano nella tabella sottostante le quantificazioni delle spese di istruttoria per le autorizzazioni all’uso della risorsa idrica:

 

Il proponente deve allegare all’istanza copia della ricevuta attestante il versamento dell’acconto delle spese di istruttoria NELLA MISURA DEL 50% rispetto alla tipologia d’istanza e di utilizzo dell’acqua, come previsti nella tabella di cui sopra; il saldo delle spese di istruttoria in argomento verrà richiesto prima del rilascio del provvedimento finale.

I versamenti vanno effettuati sul c/c bancario intestato alla Provincia di Cuneo, contraddistinto dal codice IBAN IT 91 T 02008 10290 000100560565, intrattenuto presso UNICREDIT BANCA S.p.A. – Agenzia di Cuneo Galimberti – Piazza Galimberti, oppure sul c/c postale n° 00118125 intestato all’Amministrazione Provinciale di Cuneo – Servizio Tesoreria. Sia l’acconto che il saldo dovranno contenere la causale di versamento: “Ragione sociale o cognome e nome dell’istante – istanza ai sensi del D.P.G.R.  29.07.2003, n. 10/R e s.m.i.”

 

 

 

 

 

 

Copyright © Provincia di Cuneo 1999 - 2019