Inquinamento Atmosferico e Qualità dell'Aria

Indice

Descrizione del servizio

 In particolare, il Servizio Inquinamento Atmosferico si occupa, a livello provinciale:

  • del rilascio dei provvedimenti autorizzativi ai sensi dell'art. 269 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. in via espressa,
  • dell'istruttoria delle istanze per le autorizzazioni in via generale ai sensi dell'art. 272, stesso decreto;
  • nonché - in collaborazione con il Settore Energia - del rilascio dei provvedimenti autorizzativi ai sensi del D.lgs. 387/2003 per la produzione di energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili

Per le istruttorie di cui all'art. 269, comma 2 e per quelle di cui al D.Lgs. 387/2003 è prevista la convocazione di una Conferenza di Servizi.

La costruzione di un nuovo stabilimento o la modifica dello stesso che comporti un aumento o una variazione qualitativa delle emissioni o che alteri le condizioni di convogliabilità tecnica delle medesime, nonché il trasferimento di uno stabilimento in altra località, sono soggetti ad autorizzazione preventiva ex art. 269, D.Lgs. 152/06 e s.m.i. - rilasciata mediante provvedimento dirigenziale espresso (procedura ordinaria), fatta eccezione per le attività a ridotto inquinamento atmosferico (Art. 272, comma 2, D.Lgs. 152/06 e s.m.i.) per le quali la Regione Piemonte ha predisposto procedure specifiche di autorizzazione (procedura generale).

Le domande di autorizzazione in via ordinaria devono essere presentate allo sportello unico per le imprese, qualora operativo. L’autorizzazione rilasciata ha validità di 15 anni. Con la presentazione dell'istanza in via generale, l'istante è autorizzato a decorrere dal 46° giorno dalla presentazione della domanda, per un periodo pari a 10 anni. Per impianti soggetti ad autorizzazioni ex art. 208, D.Lgs. 152/06 e s.m.i. in materia di gestione rifiuti e/o per impianti assoggettati alla procedura di valutazione di impatto ambientale di competenza della Provincia, l'istante deve presentare contestuale richiesta di autorizzazione ex art. 269 del medesimo decreto ai Servizi Provinciali competenti.

Emissioni in atmosfera - novità e scadenze

Tra l’01/01/2012 ed il 31/12/2013 - devono essere presentate al SUAP (sportello unico attività produttive) le domande di rinnovo per gli stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati alle emissioni in atmosfera in data anteriore al 01/01/2000;

Tra il 01/01/2014 ed il 31/12/2015 - devono essere presentate al SUAP (sportello unico attività produttive) le domande di rinnovo per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati alle emissioni in atmosfera in data successiva al 31/12/1999.

Si rammenta che deve essere chiesta l’autorizzazione sia per le emissioni convogliate, sia per quelle diffuse.

La modulistica per presentare la domanda di autorizzazione è scaricabile all'indirizzo: Modulistica Inquinamento atmosferico e qualità dell'aria.

Tale modulistica è idonea anche per le domande indirizzate al SUAP con l’accortezza di eliminare come destinatario la Provincia ed inserire il SUAP competente per territorio.

Si consiglia, in ogni caso, di consultare il sito internet del Comune e ricercare il riferimento al SUAP, se presente, per avere ulteriori informazioni sulla presentazione delle domande.

Si fa presente, infine, che per gli impianti termici ad uso civile finalizzati al riscaldamento di ambienti classificati come civile abitazione  e con potenzialità complessiva superiore 3 MW, la competenza autorizzativa è comunale.

Per eventuali informazioni:

  • Ing. Manuela Scigliano tel 0171 445552
  • Dott.ssa Stefania Viale tel 0171 445546

Responsabile del Servizio

Monitoraggio qualità dell'aria

Il Dipartimento Provinciale Arpa di Cuneo ogni anno mette a disposizione delle Ammministrazioni locali e della popolazione i dati raccolti sul territorio provincile dalla rete regionale di monitoraggio della qualità dell'aria.

Piano d'Azione Provinciale sulla qualità dell'aria

Modifica al Piano, 19.02.2007

Con Deliberazione n. 5 del 19 febbraio 2007, il Consiglio Provinciale ha approvato la Modifica al Piano d'Azione per la riduzione del rischio di superamento dei valori limite e delle soglie di allarme in materia di qualità dell'aria.

Tale piano fa proprie le disposizioni di cui alla D.G.R. n. 66-3859 del 18.09.2006 e s.m.i., di approvazione dello Stralcio di Piano sulla mobilità.

Piano d'Azione, 07.03.2005

Con Deliberazione n. 6 del 7 marzo 2005, il Consiglio Provinciale ha approvato il "Piano d'Azione per la riduzione del rischio di superamento dei valori limite e delle soglie di allarme in materia di qualità dell'aria".

Tale piano prevede l'adozione, da parte dei Comuni inseriti in Zona di Piano e della Provincia, di provveddimenti stabili, principalmente finalizzati a contenere le emissioni di PM10, di biossido di azoto, di biossido di zolfo, di benzene e di monossido di carbonio generate dal traffico veicolare, dagli impianti produttivi e dagli impianti di riscaldamento ambientale.

Per informazioni telefono: 0171.445.546

Progetto AERA - Air Environnement Regions Alcotra

La Provincia di Cuneo partecipa al progetto strategico AERA - AIR ENVIRONNEMENT REGIONS ALCOTRA. Gli altri partners istituzionali sono Regione Liguria (capofila), Regione Piemonte, Provincia di Torino, Regione Valle d'Aosta, Regione Rhône-Alpes, Dreal PACA, Atmo PACA. Il progetto si svolge da marzo 2010 a marzo 2013 Il sito ufficiale del progetto è il seguente

Attraverso il progetto strategico i partner intendono:

  • individuare, costruire e potenziare gli strumenti in grado di aumentare l'efficacia dei piani sulla qualità dell'aria, previsti dalla normativa europea
  • confrontare i diversi sistemi di monitoraggio, individuare i punti critici comuni su cui intervenire
  • creare un quadro conoscitivo sulla qualità dell'aria attraverso l'impiego di specifiche metodologie di monitoraggio della qualità dell'aria
  • operare approfondimenti tecnici che conducano ad armonizzare gli strumenti per la pianificazione ed individuare misure di tutela comuni attraverso un confronto normativo e procedurale
  • sviluppare una strategia di comunicazione ambientale rivolta a tutti i cittadini delle regioni ALCOTRA sul tema della qualità dell'aria.

Atti del Seminario locale del 10 ottobre 2012 "L'inventario provinciale delle emissioni in atmosfera" - scarica gli Atti.

Per ulteriori informazioni Marino Guido  

 Autocontrolli emissioni in atmosfera – approvazione modello report Em 1.0

Con provvedimento n. 196 del 14/03/2013 è stato approvato dal Dirigente del Settore Tutela del Territorio il modello Em 1.0 predisposto dal Dipartimento Provinciale ARPA di Cuneo per gli autocontrolli delle emissioni in atmosfera.

Le Imprese in possesso di autorizzazione integrata ambientale, ai sensi della parte II del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e di autorizzazione alle emissioni in atmosfera, ai sensi della parte V dello stesso decreto, sono tenute ad utilizzarlo per la redazione dei report di autocontrollo, prescritti nei suddetti provvedimenti.

Per eventuali delucidazioni in merito alle modalità di compilazione, si può contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Dipartimento ARPA di Cuneo (tel. 0171 329293; urp.cuneo@arpa.piemonte.it).

Scarica il modello Em 1.0

 Dove ed a chi rivolgersi

il Servizio Inquinamernto Atmosferico e Qualità dell'Aria fa parte del Settore Tutela Territorio ed è ubicato in Via M. D'Azeglio, 8 - 12100 CUNEO.

I dipendenti del Servizio sono:

Segreteria :

 

AllegatoDimensione
Modifiche piano azione consiglio236.64 KB
Piano azione consiglio151.68 KB
Comuni in zona piano213.54 KB
inventario_provinciale_emissioni.pdf4.22 MB

Argomenti correlati

Aggiornato il 05.10.2015
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017