Tutela Territorio

Autorizzazione Unica Ambientale (AUA)

L'Autorizzazione Unica Ambientale è il provvedimento istituito dal DPR 13 marzo 2013, n. 59 (entrato in vigore il 13 giugno 2013) e rilasciato su istanza di parte che incorpora diverse autorizzazioni ambientali previste da normative di settore (es. scarichi, emissioni in atmofera ...).
Con la Circolare (http://www.minambiente.it/notizie/circolare-del-ministro-orlando-sullaut...) del 07/11/2013, il Ministro dell’Ambiente ha precisato che:
- l’AUA si applica a tutte le attività che non rientrano nell’ambito di applicazione dell’autorizzazione integrata ambientale;
- è obbligatorio chiedere l’AUA alla scadenza della prima tra le autorizzazioni ambientali riportate al comma 1 dell’art.3 del DPR 59/2013;
- la richiesta di AUA è facoltativa per le aziende che sono soggette soltanto a comunicazione (es. recupero rifiuti) e /o ad autorizzazione di carattere generale per le emissioni in atmosfera.
La domanda di AUA deve essere presentata al SUAP (sportello unico per le attività produttive) competente per territorio.
Si consiglia di presentare la domanda di AUA rispettando le modalità previste dalle disposizioni di settore per le istanze di rinnovo (es. per gli scarichi acque reflue almeno 1 anno prima della scadenza dell’autorizzazione).
L’AUA ha una durata di 15 anni, fatto salvo l’obbligo di comunicare alla Provincia le modifiche dell’attività o dell’impianto successivamente intervenute ed eventualmente chiedere una nuova AUA, qualora le suddette modifiche siano sostanziali.
La Regione Piemonte ha predisposto la Circolare 1/AMB del 28/01/2014 contenente indicazioni applicative in merito al D.P.R. 59/2013.

http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/ambiente-e-energia/servizi/804...

Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

La Provincia è l'Autorità competente al rilascio e al rinnovo/riesame delle autorizzazioni integrate ambientali degli impianti soggetti al D.Lgs. 152/06 e s.m.i., attuazione integrale della Direttiva 2010/75/UE relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento.
AVVISO: in data 11/04/2014 è entrato in vigore il D.Lgs. 4 marzo 2014 n. 46 "attuazione della Direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali (prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento)" che ha modificato le attività soggette all'autorizzazione integrata ambientale.
I gestori delle installazioni esistenti inserite ex novo negli impianti soggetti ad AIA presentano istanza entro il 7 settembre 2014.

Gestione Scarichi Acque Reflue

La Provincia autorizza l'immissione nelle acque superficiali, nel suolo e negli strati superficiali del sottosuolo

Rilascio, rinnovo, variazioni delle autorizzazioni per operazioni di utilizzo, per variazioni sostanziali alle operazioni di utilizzo in agricoltura di fanghi di depurazione

La Provincia di Cuneo, in tema di utilizzazione agronomica degli effluenti zootecnici e delle acque reflue, esercita le funzioni assegnate dal D.P.G.R. 29 ottobre 2007, n. 10/R e s.m.i.:

  • approvazione del programma di adeguamento alle disposizioni della nuova normativa, per le aziende esistenti;
  • organizzazione ed effettuazione dei controlli;
  • imposizione di ulteriori specifiche prescrizioni (in particolari situazioni di rischio);
  • adozione di diffide, ordini di sospensione o divieti di esercizio dell'utilizzazione agronomica.

Depositi Oli Minerali

Tipologia di depositi di competenza provinciale

Aziende a Rischio di Incidente Rilevante

Relativamente alle industrie a rischio d'incidente rilevante, alla Provincia sono attribuite le funzioni amministrative - ivi compresi i provvedimenti conseguenti agli esiti delle istruttorie e le verifiche di coerenza e compatibilità territoriale - nonché l'esercizio della vigilanza. Il completo trasferimento delle competenze alla Provincia avverrà, con norma regionale, non appena siglato l'accordo di programma tra Regione Piemonte e Governo.

Agenda 21 Locale

L'Agenda 21 sottoscritta a Rio de Janeiro riconosce che gli Enti Locali hanno un ruolo cruciale da svolgere nello sviluppo sostenibile perché essi:

  • Rappresentano ed operano per conto della comunità locale;
  • Hanno un ruolo significativo di programmazione;
  • Gestiscono, appaltano o influenzano molti dei servizi da cui dipende la qualità della vita locale;
  • Gestiscono una grande parte dell'ambiente naturale e artificiale costruito dall'uomo;
  • Possono influenzare la popolazione attraverso attività educative e di orientamento e mediante l'informazione e l'esempio di buone pratiche;
  • Possono promuovere collaborazioni con altre organizzazioni;
  • Hanno un impatto diretto sull'ambiente come consumatori di risorse, compratori di beni e datori di lavoro.

Studio geologico ed idrogeologico - Valutazione della vulnerabilità intrinseca delle acque sotterranee

Presso gli uffici dei Settori Tutela Ambiente e Risorse Idriche sono disponibili, su supporto informatico, gli elaborati finali ed il data-base relativi al progetto"Studio e valutazione della vulnerabilità intrinseca delle acque sotterranee", sviluppato dal Gruppo di Lavoro in Idrogeologia Applicata del Dipartimento di Ingegneria del Territorio, dell'Ambiente e delle Geotecnologie del Politecnico di Torino nel corso del biennio 2003-2005.

Sportello Impresa-Ambiente

Da febbraio 2011 nasce negli uffici del Settore Tutela Ambiente della Provincia di Cuneo lo Sportello Impresa-Ambiente, presentato ad una vasta platea di imprenditori e consulenti lunedì 31 gennaio presso il Centro Incontri, in occasione di un Seminario formativo in materia di rifiuti, organizzato congiuntamente da Confindustria Cuneo e la Provincia. Lo Sportello, in linea con gli indirizzi della Presidente della Provincia Gianna Gancia e dell'Assessore all'Ambiente Luca Colombatto, è un nuovo servizio alle imprese che necessitano di informazioni e chiarimenti in merito all'avvio dei procedimenti autorizzativi in ambito ambientale, per i quali è necessario presentare idonea e completa documentazione.

Aggiornato il 19.03.2014
© Provincia di Cuneo 1999 - 2014