Divieti di Pesca

Istituzione di nuovi divieti di pesca nelle zone colpite da eventi alluvionali dell'autunno scorso.

In data 17.02.2016 la Provincia di Cuneo, sentito il parere del Comitato Provinciale Consultivo sulla pesca, ha approvato con D.D. n. 2016/356 l'elenco delle zone di protezione e ripopolamento valido per il triennio 2016-2018 su tutto il territorio provinciale.  Con l'ulteriore D.D. n. 2017/1117 del 13.04.2017, l'elenco è stato integrato poiché sono state costituite una serie di nuove zone di protezione lungo alcuni corsi d'acqua scorrenti nel comune di Garessio al fine di ricostituire la fauna ittica autoctona, gravemente danneggiata dagli eventi alluvionali dello scorso autunno. 

In particolare i corsi d'acqua interessati dal nuovo provvedimento, tutti affluenti del Fiume Tanaro, sono i seguenti:

Rio Parone: dal ponte di pian Bernardo alla foce;

Rio Luvia: da 400 metri a monte della foce sino alla foce stessa;

Rio Malasangua: dal ponte stabililmento "S. Bernardo" alla foce;

Rio Casario: da 400 metri a monte della foce sino alla foce stessa;

Rio Murseco: da 400 metri a monte della foce sino alla foce stessa;

Rio di Piangranone: da 400 metri a monte della foce sino alla foce stessa;

Rio Bianco: da circa 500 metri a monte del ponte in pietra della strada comunale "Sparvaira" a circa 130 metri a monte dello stesso.

Tutti i divieti hanno validità sino al tramonto di sabato 23 febbraio 2019.

Chiunque peschi nelle zone suddette è soggetto alla sanzione amministrativa di €. 166,66 oltre all'ulteriore sanzione, se in possesso di pescato, di €. 20,00 per ogni pesce catturato.

Elenco divieti di pesca aggiornato a maggio 2017

Aggiornato il 24.05.2017
© Provincia di Cuneo 1999 - 2018