Calendario Venatorio 2017/2018 (Aggiornato al 15 giugno 2017)

Calendario venatorio per la stagione 2017/2018. Aperta la caccia di selezione alle specie cinghiale e capriolo negli istituti venatori che hanno richiesto l'autorizzazione alla Regione.

Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale del Calendario Venatorio Regionale (Deliberazione della Giunta Regionale 10 aprile 2017, n. 14-4867) la Regione Piemonte ha regolamentato l'attività venatoria per la stagione 2017/2018. L'attività di addestramento dei cani avrà inizio il 16 agosto con le modalità che possono essere consultate nell'apposito paragrafo. L'apertura generale della caccia è prevista per domenica 1° ottobre mentre quella di selezione agli ungulati è regolamentata dal 15 aprile in avanti attraverso una serie di apposite delibere regionali.

Per quanto riguarda in particolare la provincia di Cuneo, al 15 giugno 2017, è possibile esercitare la caccia di selezione alle seguenti specie:

  • cinghiale in alcune aziende faunistico-venatorie che hanno richiesto l'autorizzazione (Elenchi I e II consultabili di seguito nell'apposito paragrafo)
  • capriolo negli Ambiti territoriali di caccia Cn 3 (Roeri), Cn 4 (Alba) e Cn 5 (Cortemilia), nei Comprensori Alpini Cn 6 (Valli Monregalesi) e Cn 7 (Valle Tanaro) ed in numerose aziende faunistico-venatorie (Elenchi I e II consultabili nell'apposito paragrafo). 

La caccia di selezione agli ungulati è regolamentata in base a piani di abbattimento approvati dalla regione. Tra le norme più importanti che il cacciatore deve rispettare si  ricordano:

  • l'assegnazione nominativa del capo da abbattere;
  • l'obbligo di apporre un contrassegno inamovibile all'animale abbattuto e recuperato;
  • l'obbligo di sottoporre tutti i capi abbattuti ad un controllo morfometrico sanitario presso il centro di controllo istituito in ogni ambito di caccia. 

Seguiranno ulteriori aperture ad altre specie di ungulati nel mese di agosto.

Di seguito nella pagina possono essere consultati:

- le norme di legge, nazionali e regionali, che regolano l'esercizio venatorio in Piemonte;

- il Calendario Venatorio;

- gli atti regolamentari ed i piani di abbattimento per l'esercizio della caccia di selezione agli ungulati.

Norme legislative inerenti l'esercizio venatorio in Piemonte:

Calendario Venatorio regionale 2017/2018 per il Piemonte:

  • D.G.R. 10 aprile 2017, n. 14-4867 (Art. 18 L. 157/1992, Art. 40 L.R. 5/2012. Approvazione del Calendario venatorio per la stagione 2017/18 e delle relative istruzioni operative supplementari).

Atti regolamentari relativi alla caccia di selezione agli ungulati:

Di seguito i piani di prelievo riferiti ai periodi di caccia di selezione ed ai piani di prelievo degli ungulati in tutti gli A.T.C. e C.A. nonchè nelle A.F.V. ed A.A.T.V. (elenco aggiornato al 15 giugno 2017).

Periodo per l'addestramento dei cani:

L'attività di addestramento ed allenamento dei cani da caccia per la stagione venatoria 2017/2018 inizierà il 16 agosto 2017

nei C.A. :

- dal 16 agosto al 31 agosto:

a) a quote inferiori a 1.200 m.,

b) in apposite zone, a quote superiori a 1.200 m., individuate dal Comitato di gestione,

tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì;

- dal 2 settembre al 20 settembre compreso, tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni

destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad eccezione dei terreni in attualità di coltivazione;

negli A.T.C.:

- dal 16 agosto al 20 settembre compreso, anche ai fini dell’effettuazione dei censimenti, tutti i giorni,

esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad eccezione dei

terreni in attualità di coltivazione.

3.3. L’addestramento dei cani nelle Z.P.S. e nelle Z.S.C. ricadenti nel territorio degli A.T.C., dei C.A.,

delle A.F.V. e delle A.A.T.V. può essere effettuato a partire dal 2 settembre al 20 settembre compreso,

tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad

eccezione dei terreni in attualità di coltivazione.

3.4. L’attività di addestramento ed allenamento dei cani da caccia rimane invariata anche nel caso di

modifica dei periodi dell’attività venatoria a determinate specie e può proseguire negli A.T.C. e C.A.,

nelle A.F.V. e A.A.T.V. fino al 31 dicembre compreso.

3.5. Le operazioni di addestramento e di allenamento dei cani sono vietate a distanza inferiore a 100

metri dai luoghi in cui la caccia è vietata e dalle A.F.V. e A.A.T.V..

 

Aggiornato il 18.06.2017
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017