Calendario Venatorio 2017/2018 (Aggiornato al 1 gennaio 2018)

Calendario venatorio per la stagione 2017/2018. Nel mese di gennaio si chiude la caccia alle specie migratorie ed alla volpe.

Nel mese di gennaio si chiude la stagione venatoria ad eccezione della caccia di selezione agli ungulati che si protrarrà, in alcuni ambiti di caccia ed aziende faunistiche private, sino al 15 marzo p.v. Il 10 gennaio sarà l'ultima giornata di caccia da appostamento temporaneo alle specie cesena, tordo bottaccio e tordo sassello mentre il 20 gennaio sarà l'ultimo giorno di caccia alle specie germano reale, gallinella d'acqua e alzavola. Il 31 gennaio terminerà la stagione di caccia con la chiusura delle specie  colombaccio, cornacchia nera, cornacchia grigia, ghiandaia, gazza e volpe (per quest'ultima specie la caccia è consentita in forma vagante). 

Per approfondire la conoscenza sulla normativa in materia di caccia possono essere consultati i seguenti paragrafi:

- "Norme legislative inerenti l'esercizio venatorio in Piemonte" in cui sono inserite tutte le norme di legge, nazionali e regionali, che regolano l'attività della caccia in Piemonte;

- "Calendario Venatorio regionale" in cui sono consultabili il Calendario Venatorio piemontese per la stagione 2017/18 e le sue successive modifiche ed integrazioni;

- "Atti regolamentari e piani di abbattimento di selezione agli ungulati" in cui sono indicate le norme per essere ammessi alla caccia di selezione agli ungulati, i periodi e le zone di caccia autorizzate;

- Piani di prelievo della tipica fauna alpina nei Comprensori Alpini e nelle Aziende Faunistico Venatorie.

- Piani di prelievo della volpe, della starna e della pernice rossa.

- "Attività di addestramento dei cani da caccia" in cui sono illustrate tutte le modalità di addestramento dei cani.

Norme legislative inerenti l'esercizio venatorio in Piemonte:

Calendario Venatorio regionale 2017/2018 per il Piemonte:

  • Deliberazione della Giunta Regionale 10 aprile 2017, n. 14-4867 (Art. 18 L. 157/1992, Art. 40 L.R. 5/2012. Approvazione del Calendario venatorio per la stagione 2017/18 e delle relative istruzioni operative supplementari).
  • Deliberazione della Giunta Regionale 19 giugno 2017, n. 23-5201 Calendario venatorio regionale per la stagione 2017/2018. Rettifica della DGR 14-4867 del 10/4/2017 per mero errore materiale.
  • Deliberazione della Giunta Regionale 10 luglio 2017, n. 19-5317 Approvazione della modifica dei periodi dell'esercizio dell'attivita' venatoria alle specie cornacchia grigia, cornacchia nera, gazza e ghiandaia, negli ATC e CA.
  • Deliberazione della Giunta Regionale 29 agosto 2017, n. 21-5555. Approvazione dei piani di prelievo, dell'elenco delle specie oggetto di prelievo, dei periodi per l'esercizio dell'attivita' venatoria alle specie migratorie da appostamento temporaneo, e dei periodi di apertura della caccia al cinghiale nelle Aziende Faunistico-Venatorie e nelle Aziende Agri Turistico-Venatorie.
  • D.G.R. 17 novembre 2017, n. 17-5930. Revoca del divieto di caccia istituito temporaneamente nei Comprensori Alpini CA CN 2 Valle Varaita e CA CN 4 Valle Stura al fine tutelare la fauna selvatica a seguito dei recenti incendi che hanno interessato a fine ottobre quei territori e contemporanea istituzione di specifiche zone di rispetto attorno alle zone percorse dal fuoco in cui l'esercizio venatorio per la stagione 2017/18 è sospeso nelle more delle perimetrazioni, ai sensi dell'articolo 10 della legge 353/2000, o della destinazione di tali territori a zona di tutela nell'ambito dei PFVP. 

Atti regolamentari e piani di abbattimento di selezione agli ungulati:

Di seguito i piani di prelievo riferiti ai periodi di caccia di selezione ed ai piani di prelievo degli ungulati in tutti gli A.T.C. e C.A. nonchè nelle A.F.V. ed A.A.T.V.

Piani di prelievo della tipica fauna alpina. 

D.G.R. 25 settembre 2017, n. 33-5669

Piani di prelievo della volpe, della starna e della pernice rossa.

D.G.R. 25 settembre 2017, n. 32-5668

Attività di addestramento dei cani da caccia:

L'attività di addestramento ed allenamento dei cani da caccia per la stagione venatoria 2017/2018 è iniziata il 16 agosto 2017 e si svolge con le seguenti modalità:

nei C.A.

- dal 16 agosto al 31 agosto:

a) a quote inferiori a 1.200 m.,

b) in apposite zone, a quote superiori a 1.200 m., individuate dal Comitato di gestione, tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì;

- dal 2 settembre al 20 settembre compreso, tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad eccezione dei terreni in attualità di coltivazione;

negli A.T.C.

- dal 16 agosto al 20 settembre compreso, anche ai fini dell’effettuazione dei censimenti, tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad eccezione dei terreni in attualità di coltivazione.

Le operazioni di addestramento e di allenamento dei cani sono vietate a distanza inferiore a 100 metri dai luoghi in cui la caccia è vietata e dalle A.F.V. e A.A.T.V..

L’addestramento dei cani nelle Z.P.S. e nelle Z.S.C. ricadenti nel territorio degli A.T.C., dei C.A., delle A.F.V. e delle A.A.T.V. può essere effettuato a partire dal 2 settembre al 20 settembre compreso, tutti i giorni, esclusi il martedì e il venerdì, nei terreni destinati all’esercizio dell’attività venatoria, ad eccezione dei terreni in attualità di coltivazione.

L’attività di addestramento ed allenamento dei cani da caccia rimane invariata anche nel caso di modifica dei periodi dell’attività venatoria a determinate specie e può proseguire negli A.T.C. e C.A., nelle A.F.V. e A.A.T.V.  dal 24 settembre fino al 31 dicembre compreso.

 

 

Aggiornato il 09.01.2018
© Provincia di Cuneo 1999 - 2018