Autorizzazione all’istituzione di zone addestramento cani (Z.A.C.)

Referenti

 La Provincia di Cuneo autorizza l’istituzione di zone per addestramento, allenamento e gare per cani da caccia.

Iter autorizzativo:

  • domanda di autorizzazione (in competente bollo) presentata da associazioni venatorie e/o cinofile, nonché da imprenditori agricoli singoli od associati, corredata da:
    • cartografia in scala non inferiore a 1:25000 indicante il perimetro della costituenda zona;
    • documentazione attestante il preventivo assenso scritto dei proprietari o conduttori di fondi costituenti almeno l’80% della superficie interessata;
    • opzione rispetto alla pratica venatoria nella zona proposta (cioè se la caccia sarà consentita o meno nella zona);
    • bozza di regolamento per la gestione della zona.

N.B.: l’allenamento/addestramento non potrà comunque svolgersi durante il periodo venatorio.

Per quanto concerne le zone di “tipo B - cinghiale”, deve essere presentato l’assenso scritto dei proprietari o conduttori di fondi costituenti il 100% della superficie interessata

  • verifica da parte dell’Ufficio, dei requisiti del soggetto richiedente;
  • rilascio dell’autorizzazione nel rispetto delle vigenti norme in materia. Sull’autorizzazione deve essere applicata una marca in competente bollo.

Riferimenti legislativi:

  •  Art. 10, comma 8, lett e), L. 157/92;
  • Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Cuneo.
Aggiornato il 25.11.2012
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017