Uffici di Informazione e di Accoglienza Turistica (IAT)

Cosa possono fare

Possono provvedere all'istituzione di IAT le Agenzie di accoglienza e promozione turistica locale, gli Enti locali, le Associazioni turistiche "pro loco".Le Agenzie di accoglienza e promozione turistica locale possono, con apposita convenzione, affidare la gestione degli IAT da esse istituiti alle Associazioni turistiche "pro loco", ad organismi associativi di sviluppo turistico locale nonché ad Enti gestori dei servizi di interesse pubblico.

Caratteristiche e requisiti tecnici dello IAT

  • Locale informazione posto in posizione di facile accesso per il pubblico (allegare alla domanda planimetria dei locali)
  • Decoro ed efficienza dei locali e degli arredi ed attrezzature (allegare alla domanda relazione tecnica)

Telefono e Fax
Apertura continuativa annuale o stagionale, fatte salve giornate di chiusura per il riposo settimanale. Apertura settimanale nei periodi di funzionamento per almeno 30 ore settimanali con personale addetto.

Caratteristiche della località

Potrà essere concesso il nulla osta agli IAT che operino in località che abbiano le seguenti caratteristiche:

  • Località che dispongano di almeno 250 posti letto in strutture turistico ricettive e che registrino almeno 10.000 (diecimila) presenze turistiche all'anno.
  • Località che per la sua posizione costituisca punto di servizio per una o più località che abbiano le caratteristiche indicate al punto 1.1).

Programma di funzionamento

Alla domanda di nulla osta deve essere allegato un programma per il funzionamento dello IAT che indichi il numero e le caratteristiche del personale che sarà impiegato e le modalità di funzionamento dell'ufficio.

Nel programma di funzionamento dovrà essere indicato l'impegno a raccogliere e diffondere le informazioni turistiche riguardanti la località di riferimento dello IAT e a metterle a disposizione dell'Agenzia di accoglienza e promozione turistica locale, dell'Agenzia di promozione turistica regionale e della Regione, nonchè a fornire al pubblico informazioni turistiche di carattere generale riferite all'ambito turistico di appartenenza e alla regione.

Compatibilità finanziarie

Alla domanda di nulla osta deve essere allegato un piano finanziario che indichi le modalità di copertura dei costi per la gestione dello IAT.

Concessione del Nulla Osta

Le richieste di nulla osta per l'istituzione e la gestione di IAT dovranno essere inviate, in bollo, alla Provincia di Cuneo - Settore Turismo / Sp ti sopra indicati e adottati dalla Provincia. I punti di informazioni che abbiano caratteristiche diverse da quelle indicate e non abbiano ottenuto il nulla osta non potranno usare la sigla IAT - Ufficio di informazione e accoglienza turistica, ma solo la dizione ufficio di informazioni turistiche con la sigla (i) - (es.: uffici solo aperti alla domenica o in occasione di manifestazioni). Le Agenzie di accoglienza e promozione turistica locale nell'ambito delle proprie funzioni istituzionali, ai sensi dell'art. 10, comma 1, lett. a) della L.R. 75/96, cureranno il corretto funzionamento del sistema di servizi di informazione e di accoglienza dei turisti per l'ambito di competenza, promuovendo e coordinando l'istituzione e la gestione di IAT e dei servizi di informazione e accoglienza turistica.

La concessione del nulla osta all'istituzione di un ufficio IAT sarà rilasciata dal Dirigente del Settore Turismo / Sport, su richiesta dei soggetti interessati e in base ai criteri sopra indicati, con apposita determinazione dirigenziale.

Uffici I.A.T.

L’elenco degli uffici turistici - compresi gli IAT -  presenti in provincia di Cuneo si trova sui siti delle ATL di Cuneo e Alba ai seguenti indirizzi:

Aggiornato il 02.05.2016
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017