Descrizione del Sistema

Ai sensi delle Direttive del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2004 e del 25 febbraio 2005 la Regione Piemonte, con D.G.R. 30 luglio 2007 n. 46-6578, ha adottato il nuovo Disciplinare per la gestione organizzativa e funzionale del sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile. Il disciplinare descrive gli indirizzi e stabilisce le procedure e le modalità di allertamento del sistema ai diversi livelli: regionale, provinciale e comunale.

La gestione del sistema di allerta regionale è assicurata dal Centro Funzionale Regionale attivo presso l'ARPA Piemonte, dalla Regione, dagli Uffici Territoriali di Governo, dalle Province e dai Comuni, nonché dalle altre strutture pubbliche e private regionali chiamate a concorrere.

Il sistema di allerta regionale prevede:

  • Una fase previsionale sostenuta da una adeguata modellistica numerica ed articolata in:
    • Valutazione dei fenomeni meteorologici attesi (temporali, piogge, anomalie termiche, nevicate e venti)
    • Valutazione delle criticità attese, nonché degli effetti che tali situazioni possono determinare sull'integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell'ambiente (per piogge, nevicate e valanghe)
  • Una fase di monitoraggio e sorveglianza , articolata in:
    • Monitoraggio strumentale dell'evento in atto ed osservazione qualitativa e quantitativa diretta
    • Sorveglianza situazioni impreviste attraverso attività di monitoraggio e attività di previsione a breve termine (anche detta now casting)
  • La gestione delle piene e dei deflussi sostenuta da una valutazione delle criticità idrauliche dei corsi d'acqua principali

Le informazioni contenute nei documenti del sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile sono dettagliate per zone di allerta nelle quali è stato suddiviso il territorio regionale:

Le Amministrazioni provinciali e le Prefetture - U.T.G., con modalità e tempi autonomamente definiti, devono informare in caso di avviso meteo regionale e allertare in caso di moderata o elevata criticità regionale i comuni e gli altri soggetti che dipendono funzionalmente dalle stesse amministrazioni.

La Provincia di Cuneo e la Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Cuneo hanno sottoscritto, in data 10 ottobre 2005, un Protocollo di intesa "per la disciplina dei reciproci rapporti in relazione allo svolgimento delle attività previste dal nuovo sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile" successivamente modificato / integrato con Deliberazione della Giunta provinciale n° 383 del 11/09/2008. Il documento prevede la gestione in capo alla Provincia delle attività di informazione e allertamento di tutti i soggetti destinatari, attuate mediante l'utilizzo del software Alerting System. Le procedure recate dal Protocollo di intesa contemplano, in via prioritaria, l'invio a mezzo fax e - verso i soli destinatari Comuni e Comunità Montane e con regole diverse a seconda del livello di criticità e del tipo di documento - anche l'utilizzo di sms, messaggi vocali ed e-mail, con la previsione di verifiche telefoniche nel caso di criticità elevata.

A seguito della ricezione di un avviso di criticità regionale, tutte le strutture di protezione civile del territorio interessate, devono attivare le procedure definite nei propri piani di emergenza e di protezione civile.

AllegatoDimensione
Disciplinare per la gestione organizzativa e funzionale del sistema di allertamento regionale ai fini di protezione civile10.97 MB
Scarica la tabella dei documenti emessi7.43 KB
Scarica gli esempi dimostrativi dei documenti emessi 5.87 MB
zone di allerta meteoidrologica (caratterizzate da una risposta meteorologica e/o idrologica omogenea in occasione dell'insorgenza del rischio)4.92 MB
zone di allerta per rischio valanghe (ambiti territoriali alpini e prealpini con caratteristiche climatiche e d'innevamento sostanzialmente omogenee al loro interno)1.16 MB
Scarica lo schema di trasmissione dei documenti di allertamento41.27 KB
Aggiornato il 26.11.2012
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017