I Patti di Saretto

Il quaderno "Patti di Saretto, 30-31 maggio 1944. Il contributo cuneese alla costruzione dell'Europa democratica" è stato curato da Aldo A. Mola (Centro europeo Giovanni Giolitti per lo studio dello Stato), con una prefazione della presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia. Oltre alla ricostruzione degli accordi tra movimento di liberazione italiano e resistenza francese e degli accordi della Certosa di Pesio (7 agosto 1944) tra Formazioni Giustizia e Libertà e Autonomi (contro ogni dittatura, compresa quella “di classe”), il quaderno propone un appello per l'Europa che verrà.

AllegatoDimensione
I Patti di Saretto3.99 MB
Aggiornato il 28.05.2014
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017